logo iron

Nel 1985 faceva timidamente capolino nelle edicole della città di Modena Casablanca, una rivista amatoriale realizzata da un gruppo di amici, nati (come scriveva Graziano Giovenzana
nell’introduzione al numero 1) “con i fumetti nel sangue”.

Il suo scopo era quello di pubblicare opere di autori esordienti, ragazzi, appassionati, o gente che, continuava Giovenzana, “per ragioni di vita non è riuscita a fare dei fumetti un mestiere”.

A dieci anni di distanza, nel corso dei quali la rivista ha ospitato le fatiche di volenterosi dilettanti, semi-professionisti, ma anche professionisti affermati o divenuti tali, nel fumetto o in contesti attigui (come Clod, Andrea Chiesi, Roberto Ghiddi, Massimo Bonfatti), nacque per volontà del suo “padre fondatore” (al secolo Franco Tralli) un progetto che incanalò lo stesso entusiasmo in modo professionale.

Raccogliendo l’eredità di Casablanca vedeva la luce una nuova serie a fumetti, IRONHEART, un mensile che ebbe anche un numero zero che uscì come allegato alle rivista KAOS e FUMO DI CHINA ed esordì nelle edicole di tutta Italia nel novembre del 1995.

Le storie erano scritte e sceneggiate da Stefano Lusardi e tanti furono i disegnatori, non solo provenienti da Casablanca, che parteciparono alla realizzazione degli albi: Marco Bertulu, Andrea Bulgarelli, Giuliano Bulgarelli, Fabio Govoni, Andrea Materia, Mauro Padovani, Davide Romanini, Luca Rossi, Matteo Stanzani.

Citiamo anche Lucio Aloisi ai colori delle copertine e Claudio Piccinini che realizzò il logotipo originale e il progetto grafico.

Purtroppo, anche se erano già pronte molte storie, uscirono in edicola soltanto 5 albi, la crisi del fumetto, in quel periodo, rendeva difficile la vita a grandi editori e obbligava i piccoli a contare ogni singola copia venduta per cercare di far quadrare i conti.

I costi altissimi della stampa e le innegabili ed enormi difficoltà distributive ci obbligarono a malincuore a chiudere la serie prima di aver dato alle stampe tutti gli albi realizzati.

Le sole copie vendute nel circuito delle librerie specializzate, in continua ascesa ogni mese, oggi ci avrebbero consentito di continuare tranquillamente, ma purtroppo, allora non furono sufficienti.

 

scarica il numero zero di Ironheart 1995

 

Le copertine dei numeri storici di IRONHEART

MARCHIOGIALLO IRONHEARTZ001MARCHIOGIALLO IRONHEART001MARCHIOGIALLO IRONHEART00MARCHIOGIALLO IRONHEART002MARCHIOGIALLO IRONHEART004MARCHIOGIALLO IRONHEART005

 

Un ringraziamento agli Autori di IRONHEART


leggi anche

 Ricordando Roberto Ghiddi
IRONHEART 2023 - IL LABIRINTO INVISIBILE

Newsletter IronHeart